Comunità

La Chiesa del Risorto che è passato per la Croce

comshalom

IMG_8031-768x512

Una casa con le porte aperte, dove molti verranno e da dove molti usciranno, avendo sperimentato la misericordia di Dio capace di trasformare le vite. Questa è la Chiesa del Risorto che è passato per la Croce, che è in costruzione presso la sede della Comunità Cattolica Shalom a Aquiraz, l’area metropolitana di Fortaleza.

Sabbia e metallo finora. Tra un po’ saranno pietre, poi il legno. Gli elementi presenti in natura saranno mescolati ad altri trovati negli esseri umani: la forza, la ragione, la fede. Per costruire una superficie di 2.216m2, la Chiesa del Risorto che è passato per la Croce, dalla Comunità Cattolica Shalom, ognuno di loro ha la sua importanza.

Il progetto può contare su linee guida ambientali ed efficienza energetica. Finora, quattro fasi sono state completate. La quinta fase, composta dal montaggio della struttura metallica delle pareti si svolge ora, e dovrebbe terminare a marzo.

igreja-do-ressuscitado
Progetto della Chiesa

Il lavoro

La chiesa è stata costruita attraverso l’impegno e le generose donazioni di persone che credono nella costruzione di un mondo migliore per l’adesione dei cuori a Gesù Cristo. E ‘in questo punto che entra un altro elemento, oltre il naturale e l’umano, il divino: la provvidenza di Dio.

La chiesa sarà 26 metri di altezza e avrà una capacità di un migliaio di persone. Comprenderà una cappella e una sala per le confessioni e nella zona esterna, i servizi igienici, una piazza per l’alimentazione e i parcheggi. L’approvazione tecnica è stata data dagli ingegneri José Simões, Rolim Machado e Sérgio Barros. “Nel mese di marzo, saremo pronti con la struttura in muratura, e poi inizieremo a fare la saldatura di calcare, di pietra, di granito”, assicura Simões.

Il sito

La chiesa è stata costruita nella Diaconia, la sede del Governo Generale della Comunità Shalom cattolica in cui lavora il consiglio, l’ufficio amministrativo e i settori connessi direttamente al moderatore generale. Si trova nel comune di Aquiraz, 27 km da Fortaleza ed è chiamato il cuore dell’Opera Shalom, in quanto assiste le missioni nei vari servizi legati all’azione missionaria e comunitaria, al lavoro con i giovani e alla promozione umana e professionale.

“Diaconia” deriva dal termine greco “diakoneo”, che riguarda il servizio fatto per amore, senza imbarazzo e in perfetta armonia con l’insegnamento di Cristo. Il nome è stato suggerito dal cardinale Stanislaw Rylko, presidente del Consiglio Pontificio per i Laici, nella sua visita alla Comunità Shalom nel 2006.

Le persone

La Chiesa del Risorto che è passato per la Croce è la prima costruita dalla Comunità Cattolica Shalom. Fondata nel 1982 a Fortaleza, la Comunità ha ricevuto il riconoscimento pontificio nel 2007 e i suoi statuti (regole) sono stati approvati definitivamente dal Vaticano nel 2012. Attraverso questi riconoscimenti, la Santa Sede ha affermato che il contributo della Shalom è autentico per l’evangelizzazione dei popoli, la formazione dei figli di Dio e della santità dei fedeli laici nel mondo di oggi.

IMG_2450
Con la costruzione in corso, la Chiesa ha già ricevuto diverse persone per la celebrazione dell’Eucaristia

“La Chiesa del Risorto che è passato per la Croce è segno del carisma Shalom diffuso in tutto il mondo e, allo stesso tempo, sarà una casa di porte aperte, dove molti verranno e da dove molti usciranno, perché da questa chiesa saranno inviati missionari per tutto il mondo” ha dichiarato Moysés Azevedo, fondatore della Comunità Shalom.

In occasione del 30 ° anniversario della Comunità e l’approvazione definitiva degli statuti, Papa Benedetto XVI ha inviato di nuovo i membri della Shalom in missione. E ‘questo il mandato a cui Moysés si riferisce. “Io vi accompagno con la mia preghiera e la mia benedizione, in modo che possiate essere strumenti gioiosi di amore e di misericordia di Dio per tutti coloro che incontrerete nel vostro impegno missionario”, ha detto il pontefice nel 2012. Questo è il popolo che arriverà fino alla Chiesa e che sperimenterà del proprio Dio.

Dio

C’è ancora molto da fare per completare tutto il lavoro. La fase dei rivestimenti e delle finiture è forse la più attesa da coloro che seguono da vicino la costruzione, ma da lontano, al vedere il soffitto, o da vicino, stando nel mezzo delle travi di metallo, è già possibile distinguere le caratteristiche della Chiesa. Nella casa di Dio, costruita nell’Anno Giubilare, senza dubbio l’immagine che si desidera imprimere è la più bella: il volto della misericordia.

Questa Quaresima è più che mai un momento di misericordia. E’il modo in cui vogliamo entrare nel mistero divino. In questo periodo favorevole alla conversione, aiutaci a costruire questo tempio, che può essere la “Chiesa della vita” di molte persone, per la gloria di Dio.

 

Forme di donazione e contatti:

La Banca del Brasile: A: 1292­-0 C / C: 20.408-­0

Shalom CNPJ Associazione: 07.044.456 / 0001­-00

IBAN 00112920000204080

SWIFT BRASBRRJFLA

igreja@comshalom.org

Fisso: +55 85 3308.7407

WhatsApp +55 85 99959.0832


Comentários

Avviso: I commenti sono di responsabilità degli autori e non ripresentano

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *