Formazione

Moysés Azevedo: discorso dell’inaugurazione del Centro San Lorenzo

“In questo ‘Centro di Evangelizzazione’ vogliamo mettere a disposizione il nostro Carisma, a beneficio di una sempre rinnovata creatività missionaria con i giovani e per i giovani”

Eminenza, carissimo cardinale Farrell, carissimo Padre Alexandre, cari sacerdoti qui presenti, amici del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, amici dai diversi dicasteri, associazioni, movimenti e nuove comunità, amici del Centro San Lorenzo e… carissimi Giovani.

Nel luglio 1980, San Giovanni Paolo II ha visitato la mia città, in Brasile. In quell’occasione, l’Arcivescovo di allora mi ha chiesto di dare, nel momento dell’offertorio, un regalo al Papa, in nome di tutti i giovani della città. Mi sono posto questa domanda: “Ma che cosa può regalare un giovane di 20 anni al Papa?” In preghiera, l’ispirazione del Signore era chiara: da giovane, sono stato raggiunto dal Suo Amore, che ha cambiato la mia vita. Era arrivato il momento di “dare gratuitamente ciò che gratuitamente avevo ricevuto”.

Ecco il mio regalo a Gesù e alla Chiesa: offrire la vita e la giovinezza per evangelizzare i giovani, specialmente i più lontani da Cristo e dalla Chiesa. Da tale esperienza decisiva – l’offerta della vita ai piedi di Pietro – è nata una ‘pizzeria per evangelizzare’, un Centro de Evangelizzazione. Un luogo accogliente, in cui i giovani, con creatività e audacia, evangelizzavano altri giovani. Sinceramente: Non avevo idea di dove Dio ci stesse portando.

È bello notare che nell’83, lo stesso Papa, qui a Roma, ha voluto – anche lui – dare un regalo ai giovani del mondo intero: un Centro Giovanile Internazionale presso questa Chiesa di San Lorenzo, a pochissimi passi dalla sua casa. Anch’esso “un luogo accogliente”, segno della paternità del Santo Padre e della maternità della Chiesa sui giovani. Da quando la nostra Comunità è presente a Roma, sempre in comunione con la Comunità dell’Emanuele e altre espressioni ecclesiali, abbiamo visto questo Centro come uno speciale punto di riferimento evangelizzatore. Qui abbiamo visto nascere numerose vocazioni alla vita missionaria, sacerdotale, matrimoniale… tante grazie nella vita dei giovani lungo gli anni!

Non potevamo immaginare che all’alba dello storico Sinodo dedicato “ai Giovani”, saremmo stati chiamati ad offrire questo prezioso servizio alla Chiesa: animare il Centro Giovanile “San Lorenzo”. Qui, vicinissimi a Pietro, ai piedi della Croce, sulle orme di Maria Santissima, accogliendo, amando ed evangelizzando i giovani, torniamo alle origini del nostro Carisma e della nostra missione come Comunità Shalom. In questo “Centro di Evangelizzazione”, vogliamo mettere a disposizione il nostro Carisma, a beneficio di una sempre rinnovata creatività missionaria con i giovani e per i giovani. Che i più lontani, sia geograficamente che spiritualmente, sperimentino che possono trovare qui, nel cuore della Chiesa, la loro casa.

Grazie, Eminenza, grazie a tutti voi, amici, per la fiducia. Contiamo sulla vostra preghiera perché possiamo portare avanti questa nuova missione e questa nuova tappa nel Centro San Lorenzo con umiltà e fedeltà al progetto di Dio. Eccoci! Ai piedi della Croce, in profonda comunione con il Santo Padre, il nostro amatissimo Papa Francesco, in intercessione continua per il Sinodo dei Vescovi e “dei giovani”, uniti a Santa Teresina e a San Giovanni Paolo II, sotto lo sguardo di Maria, vogliamo rinnovare l’offerta della nostra vita per la Chiesa, per i giovani e per l’umanità.

Grazie ancora. Shalom!


Comentários

Avviso: I commenti sono di responsabilità degli autori e non ripresentano

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *