Formazione

Segnali di pericolo di ira in noi

comshalom
Unsplash

Continuando la dinamica dei due vizi precedenti, enunceremo alcuni atteggiamenti che possono servire come segnali di allerta:

1 – Irritabilità: un segnale può essere la facilità o la rapidità con cui ci si irrita in certe occasioni. Oltre a  denotare una certa immaturità umana, può essere segno dello spazio che diamo all’ira dentro di noi, e che può o no, sfociare in manifestazioni esteriori.

2 – Imprecare: la bocca esprime ciò di cui il cuore è pieno, quindi se con facilità ci lasciamo scappare diversi tipi di parole aggressive, offensive, parole od imprecazioni, probabilmente in qualche modo stiamo alimentando dell’ira dentro di noi, che lotta per fuoriuscire.

3 – Impazienza verso noi stessi: molte volte l’ira può essere verso noi stessi, principalmente per il nostro essere imperfetti, che ci fa commettere errori per i quali ci pentiamo. Molti che sono arrabbiati con se stessi vogliono cambiare velocemente, invece di aspettare i tempi e l’opera di Dio. Sono impazienti con se stessi, vogliono vedere risultati immediati. Sono coloro che fanno grandi propositi, impossibili da compiere. L’impazienza ostacola l’opera di Dio ed è essa stessa un’imperfezione.

4 – Ricordare costantemente il male: a volte possiamo ritrovarci a ricordare il disaccordo che abbiamo avuto con qualcuno, il male che l’altro ha commesso contro di noi o anche ricordare il peccato dell’altro che abbiamo visto e che ci ha amareggiato. Certamente non possiamo controllare i nostri pensieri. Però, ricordare volontariamente e rimuginare questi ricordi negativi, accresce l’ira dentro di noi.

5 – Desiderio di fare male all’altro: quando proviamo odio per qualcuno, nasce dentro di noi il desiderio di fare del male a questa persona. Spesso non lo facciamo davvero e non sappiamo nemmeno di desiderarlo, ma si può identificare. Molte volte immaginiamo cosa faremmo o cosa diremmo in determinate situazioni, se quella persona per la quale stiamo coltivando odio, facesse quella certa cosa. Facciamo elucubrazioni su come risponderemmo a tale persona e quale sarebbe il nostro limite per una aggressione fisica. Tutto questo è coltivare odio dentro di noi.

Per riflettere

Tu senti alcuni di questi “sintomi” dentro di te, nei confronti di qualcuno o di te stesso? Fai un esame di coscienza e, con il cuore contrito, chiedi perdono al Signore.

 

Traduzione: Alice Rondoletti


Comentários

Avviso: I commenti sono di responsabilità degli autori e non ripresentano

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *