Comunità

Torino: Giovani della comunità Shalom presenti nella “mini-jmj” con Papa Francesco

comshalom

giovani_shalomHappening è stato chiamato l’evento organizzato per i giovani  dall’Arcidiocesi di Torino inoccasione della presenza di Papa Francesco durante la visita dell’Esposizione del Santo Sudario  e in commemorazione del bicentenario di Don Bosco. E’ un evento coordinato dal progetto “Turin for Young”della pastorale giovanile che ha posto fine all’anno di pellegrinaggio e alle visite alla Mostra del Santo Sudario e ai luoghi della vita di Don Bosco.

Il tema scelto è stato ” L’amore più grande”, un amore per tutti e fedele “fino alla fine” (Gio 13,1). “Questo “Amore più grande” è l’esperienza della chiesa e della festa […] l’amore chiede di essere trasmesso e cerca di andare fino alla fine. L’amore che viene da Dio, che è morto per noi, ci chiede di andare fino alla fine della vita con responsabilità”, ha detto padre Luca Ramello, responsabile per la pastorale giovanile di Piemonte. E ha aggiunto “in questi giorni vogliamo provare il gusto di vivere profondamente la vita e viverla fino alla fine, ma con una sola forza, quella dell’Amore più grande”.

10527337_832832076798983_2190045089976715353_nSono stati 4 giorni di una giornata intensa simile alla Giornata Mondiale della Gioventù con spettacoli, catechesi, veglia, messe, e il discorso del Papa ai giovani.  Durante l’omelia della messa di chiusura ha parlato della fedeltà dell’amore di Dio, una more che ricrea tutto ed è stabile e sicuro, un amore che non illude.“Crediamo che il Signore è fedele? come viviamo la novità di Dio che tutti i giorni ci trasforma?” ha chiesto il pontefice ai presenti. Con lo zelo paternale e l’informalità che lo contraddistinguono ha parlato anche del  rischio di dimenticare questo amore così grande per paura del futuro che porta l’uomo a cercare sicurezze ij quello che passa e per vivere in una società che esclude, ed  ha invitato tutti ad aspettare e confidare nello Spirito Santo che ci rende forte e cosciente di questo amore.

I giovani presenti hanno testimoniato così l’esperienza vissuta in questi giorni:” E’ stata simile a quella vissuta nella GMG di Madrid e Rio. E’ stata veramente una grazia speciale, in primo luogo grazia alla presenza e alla testimonianza di Papa Francesco, così vicino alle strade della nostra vita”. Inoltre il giovane vocazionato della comunità Shalom di Aqui Terme  Francesco Barlocco ha detto:”Molte amicizie fortificate per condividere anche questo evento, insieme a tante persone che cercano in Gesù e nel suo amore così grande il senso di ogni azione. La stanchezza gioiosa e la riflessione e la preghiera continua sono i segni che ho cercato di vivere e continuerò a cercare”.

L’animo  dei giovani era estremamente coinvolgente e la stanchezza del momento nessuno riusciva ad atterrirlo, niente poteva rubare la felicità di quel momento. Alcuni hanno incontrato il Papa per la prima volta e la gioia traboccava nei loro occhi. Un piccolo anticipo di quello che ci aspetta nella GMG 2016 a Cracovia.

Ecco un po di foto!

https://comshalom.org/it/video/comunita-shalom-a-torino-finoallafine/


Comentários

Avviso: I commenti sono di responsabilità degli autori e non ripresentano

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *