Shalom

Il Progetto Gioventù per Gesù celebra 32 anni

I giovani della Comunità Shalom commemorano il compleanno del Progetto Gioventù per Gesù, che ha come missione evangelizzare e formare una gioventù audace e creativa alla luce del Carisma.

comshalom

“Nata in mezzo si giovani, la comunità ha un amore e dedicazione speciale verso di loro.” (ECCSh, preambolo). Così nasce il Progetto Gioventù per Gesù, nell’intento di evangelizzare e formare i giovani alla luce del Carisma. Sono 32 anni di storia, in cui fin dall’inizio, nel 1982, lo Spirito di Dio ha soffiato sul progetto e ha diretto quest’opera. Perchè con efficacia, potere, creatività e audacia della parola di Dio, liberi e trasformi i giovani assetati di amore e che oggi camminano senza una meta.

Ronaldo Pereira fu uno dei precursori nel lavoro con la Gioventù Shalom. A volte lui faceva notare come il Progetto Gioventù per Gesù sia stato come una risposta alle parole di Papa Paolo VI che diceva: “la speranza della Chiesa risiede nella gioventù”. Lui affermava che “i giovani ben formati nella fede e nella preghiera assumono sempre più un ruolo di apostoli tra gli altri giovani. La Chiesa ha molta fiducia nella vostra contribuzione”. Da questo la gioventù Shalom torna ad essere protagonista nell’evangelizzazione e nella formazione di altri giovani. Quando Moyses parla della primazia dei giovani negli Statuti, lui sta, come fondatore, riconoscendo che l’evangelizzazione dei giovani è parte della grazia fondatrice del carisma. Ossia, è parte della grazia originale della Vocazione.

“I giovani non sono un incidente di percorso. I giovani sono parte della grazia fondatrice. Non sono un ornamento o una circostanza che passerà con il tempo. La primazia dei giovani fa parte della grazia fondatrice del Carisma Shalom.” 

E così, nell’ispirazione dei valori legati alla santità, il Progetto guadagnò un forte intercessore, Santa Teresa del Bambin Gesù. Una santa che fin da bambina sapeva di essere stata creata per il cielo, per una vita di santificazione, e sapeva che doveva offrire tutto, anche la sua vita, per la conversione dei popoli. 

La rivista “Ascolto” del 2019 dice che “la nostra preghiera ha un potere straordinario davanti a Dio in favore del popolo, in favore dei giovani”. Essere cristiani nella modernità del mondo d’oggi è una sfida, per alcuni cercare una vita basata sul Vangelo è difficile. Ma nonostante questo i giovani sono protagonisti della Nuova Evangelizzazione. Così, con il cambiare delle tecnologie, il Progetto Gioventù per Gesù ha dovuto adattarsi con molta creatività, per avere una comunicazione accessibile e una forte presenza sui social network.

Il Progetto è creato per giovani di “un altro mondo”. Che cercano il Cielo vivendo sulla terra. Sono coloro che scelgono la Santità è la Radicalità. Sono giovani Shalom. Questa è l’identità dei giovani Shalom: la santità.


Comentários

Avviso: I commenti sono di responsabilità degli autori e non ripresentano

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *