Formazione

Che cos’è una vita carismatica?

Più che appartenere a un movimento, essere carismatici consiste nell’esercitare i carismi nella loro pienezza, senza lo Spirito di divisione o di vanto. Devono essere utilizzati per edificare la Chiesa di Cristo, perché tutti i popoli conoscano la Verità e si rivolgano interamente al Signore.

comshalom

“Questo prete è così carismatico!  È così e così carismatico?  Ho bisogno di un predicatore molto carismatico”.  Ma dopotutto, cosa significa essere una persona carismatica?  Sfortunatamente, questo titolo “carismatico” sembra essere stato ridotto semplicemente ai membri del movimento bello e fruttuoso del RCC (Rinnovamento Carismatico Cattolico).

Tuttavia, la verità è che non dovrebbe essere così, poiché ogni battezzato è carismatico in virtù della grazia, avendo ricevuto, attraverso questo Sacramento, lo Spirito Santo di Dio.  La cosa triste, tuttavia, è che molti cristiani cattolici legittimamente battezzati insistono nel vivere come bottiglie di profumo chiuse.  Un profumo può essere prezioso così com’è, fragrante com’è, ma se il bicchiere viene lasciato chiuso, il profumo non verrà via.  Allo stesso modo, una vita carismatica, per essere feconda, deve essere una vita santa, cercando sempre in Dio la grazia di non perdere la libertà e la docilità del suo Spirito.  Una vita aperta alla grazia, come la bottiglia del profumo ha bisogno di essere aperta per sentirne la fragranza.

Su questo il grande Papa Francesco dirà in un incontro internazionale con i membri del RCC il 1° giugno 2014:

“Voi, popolo di Dio, popolo del Rinnovamento Carismatico, state attenti a non perdere la LIBERTÀ CHE LO SPIRITO SANTO CI HA DATO!  Il pericolo per il Rinnovamento, come dice il nostro caro don Raniero Cantalamessa, è l’eccessiva organizzazione: il pericolo dell’eccessiva organizzazione.  Sì, hai bisogno di organizzazione, MA NON PERDERE LA GRAZIA DI LASCIARE CHE DIO SIA DIO.  (…) ‘Ma non c’è libertà più grande che lasciarsi condurre dallo Spirito, rinunciando a calcolare e controllare tutto, e lasciarsi illuminare, guidare;  Guidarci, spostarci dove Lui vuole.  Sa cosa è necessario in ogni epoca e in ogni momento.  Questa è chiamato ad essere misteriosamente fecondo” (ibid., n. Evangelii gaudium, 280)”.

Pensi che sia finita?  Guarda cosa continua a dire il Santo Padre:

“Un altro pericolo è diventare ‘CONTROLLORI DELLA GRAZIA DI DIO’.  Spesso i coordinatori di alcuni gruppi o di alcune comunità, e mi piace di più il termine ‘servi’, diventano, forse inconsapevolmente, i fiduciari della grazia, decidendo chi può ricevere l’effusione della preghiera o del battesimo nello Spirito, e coloro che non possono .  Se qualcuno lo fa, per favore non farlo più, non farlo più!  Siete dispensatori della grazia di Dio e non controllori!  NON SIATE ABITUDINI DELLO SPIRITO SANTO!”

Testimoni dell’amore di Dio

Lo Spirito Santo, secondo il Santo Padre, ci rende, in virtù della sua grazia, testimoni dell’amore di Dio.  “Mi hanno chiesto di dire al Rinnovamento cosa si aspetta il Papa da te.  La prima cosa è la conversione all’amore di Gesù che trasforma la vita e fa del cristiano un testimone dell’amore di Dio.  La Chiesa spera che questa testimonianza di vita cristiana e dello Spirito Santo ci aiuti a vivere la coerenza del Vangelo per la nostra santità.  Vi auguro di condividere con tutti nella Chiesa la grazia del Battesimo nello Spirito Santo (espressione che si legge negli Atti degli Apostoli)”.

Personalmente, nella mia vita, posso confermare molto queste parole del Santo Padre, perché il grande frutto dell’effusione dello Spirito Santo nella mia vita è stata la certezza e la convinzione di essere stata amata da Dio.  Un amore così pieno, così perfetto e immutabile, che non ho potuto fare altro nella vita, se non aiutare altri cuori a scoprirlo.

Come espressione che siamo stati raggiunti e trasformati da questo amore, il Santo Padre chiede poi: “Spero da voi un’evangelizzazione con la Parola di Dio che annunci che GESÙ È VIVO e AMA TUTTI I POPOLI.  Siate testimoni dell’ecumenismo spirituale con tutti i fratelli e le sorelle delle altre Chiese e comunità cristiane che credono in Gesù come Signore e Salvatore.  Rimanete uniti nell’amore che il Signore Gesù chiede a tutti gli uomini e nella preghiera dello Spirito Santo per giungere a questa unità, necessaria per l’evangelizzazione, nel nome di Gesù”.

Una vita carismatica, se è matura e autentica, genera comunione, amore entusiasta per Dio, per il Vangelo, per la Chiesa, e questo di conseguenza attrae le pecore che per qualche motivo si sono allontanate da questo gregge.

Possa noi tutti essere immersi nell’oceano della grazia di Dio, attraverso il suo Santo Spirito, affinché tutti possiamo avere una vita carismatica, perché una vita carismatica è una vita felice e santa.


Comentários

Avviso: I commenti sono di responsabilità degli autori e non ripresentano

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *